full screen background image

Giro Italia Ciclocross, presentata la gara di San Michele dei Mucchietti

La sala conferenze dell’hotel Leon D’Oro ha dato il via alla penultima frazione del GIC

Nella sala conferenze dell’Hotel Leon d’Oro si è svolta la conferenza stampa di presentazione della quinta e penultima tappa del Giro d’Italia Ciclocross. Dopo le quattro pagine di storia già scritte quest’anno, domani si aggiungeranno altre emozioni importanti a questa edizione del GIC. La gara di San Michele dei Mucchietti vedrà i migliori esponenti della specialità invernale sfidarsi lungo il tracciato disegnato all’interno della Tenuta Vandelli, quartier generale della gara.
Ad aprire la serie degli interventi è Michele Paletti, presidente del Team Ciclistico Paletti, comitato organizzatore locale di tappa, che nella stagione 2009 organizzò il campionato italiano. L’emozione è visibile sul viso di Paletti quando parla di suo padre Luciano, a cui è dedicata la gara: “Questa esperienza non è soltanto frutto della nostra passione, ma nasce dall’eredità lasciata da mio padre, Luciano Paletti, che nel 2009 organizzò il campionato italiano di specialità. Quello della gara di domani è un percorso particolare, che si sviluppa all’interno di un vigneto. Un percorso che non ha nulla da invidiare sotto l’aspetto tecnico a quelli delle precedenti prove. Noi siamo orgogliosi di aver riportato un evento di caratura nazionale nel nostro territorio come il Giro Italia Ciclocross, e grazie supporto dei numerosi sponsor, e soprattutto grazie a William Vandelli, che ci ha messo a disposizione il terreno della sua tenuta, abbiamo potuto realizzare un tracciato che potremmo definire completo, dove si alternano lunghi rettilinei ad alcuni tracci tecnici e diversi ostacoli artificiali”.
William Vandelli, proprietario della Tenuta Vandelli, afferma: “La tenuta era di mio padre Walter Vandelli, venuto a mancare quest’estate, e noi figli stiamo portando avanti il vigneto con la sua stessa passione e sacrificio, perché tutti sappiamo quanto è duro il lavoro della terra, ma anche ciò che è in grado di regalarci. Siamo una piccola azienda, abbiamo dieci ettari di vigneto. La zona in cui si svolge la prova è un terzo del nostro terreno, ed è la parte storica del territorio in cui veniva lavorato il legname”.
Fausto Scotti, a nome dell’Asd Romano Scotti, sottolinea l’opera organizzativa del comitato organizzatore locale, che è riuscito a dar vita ad un percorso entusiasmante e sicuramente domani farà emergere voglia e determinazione dei numerosi ciclisti partecipanti.
Ercole Morselli, presidente comitato provinciale FCI Modena sottolinea la tradizione che lega questo territorio al ciclocross e al ciclismo in generale, con la grande soddisfazione di ospitare un evento così importante come una gara del Giro Italia Ciclocross.
Luigi Carrer, presidente del comitato organizzatore della prova finale di Barletta che si svolgerà il 23 dicembre, afferma: “Il nostro un percorso molto tecnico, che racchiude la parte finale all’interno del castello, poi costruiremo una scala con venticinque gradini, dei quali metà già esistenti e collegati da una scala artificiale, da affrontare bici in spalla. Dopo la scala i partecipanti accederanno ai giardini per il gran finale. Nel fossato del castello ci sarà il resto del percorso. A tutti i partecipanti verrà consegnato un vaso di terracotta contenente il prelibato olio pugliese”.