full screen background image

Giro Italia Ciclocross, Barletta è pronta per la festa finale

Nel percorso ricavato all’interno del fossato del Castello Normanno di Barletta verranno decretati i vincitori del GIC 2017/2018

La Sala Rossa, cuore del Castello Normanno di Barletta, ha ospitato la cerimonia di presentazione della tappa conclusiva del Giro d’Italia Ciclocross. Ci si attende una giornata ricca di colpi di scena tra i protagonisti della manifestazione crossistica più importante d’Italia: sono tante, infatti le categorie che devono scoprire ancora il proprio vincitore, come quella Open maschile, nella quale sono in lizza per il successo finale la maglia rosa Antonio Folcarelli (Race Mountain Folcarlli), Cristian Cominelli (Prd Sport Factory Team) e Stefano Capponi (Pro Bike).

Luigi Carrer, presidente del Team Eurobike Corato, responsabile del comitato organizzatore locale, ha ringraziato ”l’amministrazione comunale di Barletta, che ha creduto fin da subito al nostro progetto. Il team Eurobike si dovrà dividere in più parti: io sono in gara per la maglia rosa Master con un discreto vantaggio sugli avversari, ma c’è anche mio figlio Ivan a un punto dalla rosa degli Esordienti. Noi siamo pronti, questi giorni abbiamo lavorato tantissimo, e segnalo il grande aiuto della squadra di Piero Loconsolo (Ludobike), questa sfida è la più importante di sempre: con questa logistica possiamo pensare di portare a Barletta grandi eventi, come un campionato italiano o una prova di coppa del mondo. Il coordinamento con l’Asd Romano Scotti è stato eccezionale”.

Fausto Scotti, a nome della Romano Scotti, dichiara: “E’ un Giro Italia Ciclocross molto combattuto, e domani emetterà gli ultimi verdetti nella lotta per la conquista del successo finale in molte categorie. Ringrazio Luigi Carrer e il comitato organizzatore locale per l’impegno e per aver voluto ospitare quest’ultima prova del Giro. Vorrei anche sottolineare il ruolo dell’amministrazione comunale nella speranza che continui a sostenere gli organizzatori di quest’ultima tappa anche in futuro”.

Antonio Rutigliano, delegato del Coni di Barletta, dichiara: “Porto il saluto del presidente regionale del Coni Angelo Diliberto, che sarà presente domani qui sul campo di gara del fossato. Consideriamo questo uno dei più grossi eventi sportivi che ci sia sul territorio. Vi ringraziamo per aver scelto la Puglia e Barletta. Questi eventi abbinano l’aspetto turistico a quello culturale a quello sportivo: il Coni ha inserito nell’eduCAMP di formazione dei ragazzi anche il ciclismo, è un progetto pilota unico in Italia e speriamo che in futuro possano nascere nuovi campioni”.

Marcello De Gennaro, funzionario del Coni, allacciandosi alle parole di Antonio Rutigliano, afferma: “C’è questa grande attenzione del Coni allo sport della bicicletta. Luigi Carrer ha sempre organizzato manifestazioni di grande livello, per questo voglio ricordare la bellissima esperienza di Vieste nella mountain bike: ogni tanto si dimentica di qualcosa, ma sul lato operativo Luigi è sempre impeccabile”.

Pietro Loconsolo coordinatore attività ciclocross FCI Puglia e dirigente Ludobike, dichiara:“Nella nostra regione stiamo lavorando con impegno alla creazione di scuole di ciclismo, e attraverso la loro opera di promozione speriamo possano alimentare e rinnovare il movimento ciclistico regionale, permettendo di ambire ad importanti traguardi sia sul piano organizzativo che promozionale”.

E’ stata presente alla conferenza stampa anche Patrizia Mele, assessore allo sport del comune di Barletta: “Quando il Team Eurobike si è affacciato al nostro ufficio per organizzare questa gara sono stata fin da subito molto entusiasta. Ho visto 4 anni fa una gara organizzata nel fossato e sono stata attratta dal ciclocross. Abbiamo lavorato affinché ciò avvenisse, non senza difficoltà, ma la tenacia di Luigi ha fatto andare tutto per il meglio. Non è facile organizzare un simile evento in un bene vincolato dalla soprintendenza, ma con prescrizioni molto stringenti ci siamo riusciti. Associare lo sport al turismo è la formula perfetta per darsi una mano a vicenda ed andare avanti”.